Side Menu
 
Help OnLine | Options Strategy – What-If
1483
page-template-default,page,page-id-1483,ajax_fade,page_not_loaded,smooth_scroll,

Options Strategy – What-If

Video Tutorial

beeTrader – Options Strategy

Comprendere la funzione What-If

Anche qui, come  in Comparison, abbiamo la possibilità di studiare quattro possibili strategie. Ma nel What-If possiamo decidere il momento esatto di quando effettuare l’operazione. Il What-If (che cosa….se) è stato ideato per costruire degli scenari futuri impostando data, prezzo del sottostante e volatilità e vedere come si comporta la strategia negli scenari futuri. E’ quindi possibile studiare in anticipo le contromosse da effettuare nel caso si verifichi l’evento ipotizzato.

Per prezzare le opzioni nei casi futuri che andremo ad ipotizzare il What-If si basa sulla Volatility Surface. E’ raccomandabile acquisire la superficie ogni volta che si effettua una simulazione in modo da avere prezzi delle opzioni più realistici possibile.

  • Underlying Price: impostare il valore del sottostante per la simulazione;
  • Price Change: impostare la variazione % del sottostante per la simulazione;
  • Volatility Change: impostare la variazione % della volatilità per la simulazione;
  • Days from Today: indica i giorni di differenza della simulazione rispetto alla data odierna;
  • Analyisis Date/Time: campo dove scegliere la data della simulazione.

  • Apply: conferma le operazioni simulate con le impostazioni correnti, successivamente è possibile procedere con la simulazione di un ulteriore scenario. Il sistema salva le operazioni simulate nel What-If History in modo da poterle consultare in futuro;
  • Clear Selected: annulla tutte le operazioni simulate dalla strategia selezionata (1, 2, 3 o 4) per tornare alla situazione di partenza;
  • Clear All: annulla tutte le operazioni simulate per tutte le strategie per tornare alla situazione di partenza.

Esempio di What-If

Clicca sull’immagine per ingrandire

Questa è la strategia di partenza, ovvero un semplice strangle venduto composto di -1 call 3500 e -1 put 3400 su Dj Euro Stoxx 50 scadenza 21/09/2018.

Clicca sull’immagine per ingrandire

Passando alla scheda What-If notiamo subito una piccola differenza tra il valore atnow precedente (in realtime) e quello riportato sulla scheda what-if. Il valore passa da -8.00 euro a -11.00 euro, questo non deve allarmare. E’ assolutamente normale che ci siano delle differenze principalmente dovute allo spread bid/ask (su what-if c’è un solo prezzo). Se questa differenza è troppo grande (oltre il 10%) probabilmente è cambiato il mercato da quando è stata acquisita l’ultima volatility surface, si consiglia quindi di fare una nuova acquisizione in modo da avere la volatilità di partenza che serve per generare i prezzi teorici più precisa.

Clicca sull’immagine per ingrandire

Bene, a questo punto tracciamo una scenario. Diciamo ad esempio che il sottostante scende a 3350, la volatilità aumenta di due punti e che siano trascorsi 36 giorni.

In questo scenario possiamo apprezzare come la perdita di delta e di vega della strategia sia stata ampiamente bilanciata dal theta, infatti nonostante il sottostante sia andato a colpire lo strike della put, la strategia nel complesso ha un at now positivo di 135,00 euro.

Clicca sull’immagine per ingrandire

Poniamo ad esempio di comprare 1 put strike 3425 e di rivenderne un’altra a strike 3325. Quindi andiamo a spostare il down bep ma a discapito del up bep che si avvicina. Può essere una soluzione ma vediamo con le altre possibilità che offre in What-If se è possibile fare meglio.

Clicca sull’immagine per ingrandire

Una possibile miglioria è di chiudere la call 3500 che ha già data gran parte del suo premio, in questo modo non siamo più esposti verso la salita. Riduciamo si il massimo guadagno, ma pur sempre di guadagno stiamo parlando e non di perdita (verso la salita).

Diciamo che questa soluzione ci piace, pigiamo il tasto Apply in modo che le modifiche vengano salvate e siano il punto di partenza per proseguire con la simulazione.

Clicca sull’immagine per ingrandire

Diciamo che passano altri 15 giorni ed il sottostante scende di altri 50 punti portandosi a 3300.

Clicca sull’immagine per ingrandire

Una prima ipotesi (strategia 1 azzurra) può essere di procedere all’acquisto di 1 put 3350 e contestualmente alla vendita di 2 put 3250 per finanziare il precedente acquisto. Una seconda ipotesi (strategia 2 fuxia) può essere di procedere alla vendita della put 3425, al riacquisto della put 3325 per semplificare la strategia. Restiamo solo con la put 3400 in perdita, proviamo a vendere 1 call 3300 protetta con l’acquisto di 1 call 3400 e per alzare il payoff vendere 2 put 3200.

Clicca sull’immagine per ingrandire

Decidiamo di scegliere la prima ipotesi (azzurra) e clicchiamo Apply.

Ora possiamo ripetere i passaggi seguenti all’infinito tenendo sempre presente che tutte le operazioni fatte e confermate vengono salvate in What-If History.

What-If History

Come visto in precedenza ogni volta che viene cliccato Apply il sistema memorizza le operazioni simulate e le condizioni in cui sono state simulate. Il tutto viene poi salvato all’interno del fine della strategia che può quindi essere consultato a piacimento.